La Cinematografia Italiana dal 1943 all'aprile '45

 

- I Film della Repubblica di Salō

 
La locandiera (Luigi Chiarini)
Fatto di cronaca (Piero Ballerini)
Senza famiglia/Ritorno al nido (Giorgio Ferroni)
Ogni giorno č domenica
I figli della laguna/La vita semplice (Francesco De Robertis)
Il processo delle zitelle (Carlo Borghesio)
Si chiude all'alba (Nino Giannini)
 
 

- La Cinematografia nel Nord Italia

 
Tristi amori (Carmine Gallone)
Nebbie sul mare (Marcello Pagliero)
Tutta la vita in 24 ore (C. L. Bragaglia)
La prigione (Ferruccio Cerio)
Enrico IV (Giorgio Pastina)
Lacrime di sangue (Guido Brignone)
Vietato ai minorenni (Mario Massa)
Squadriglia bianca (Jon Sava)
Ossessione (Luchino Visconti)
 
 

- La Cinematografia romana

 
Noi vivi (Goffredo Alessandrini)
Carmela (Flavio Calzavara)
Labbra serrate (Mario Mattoli)
Stasera niente di nuovo (Mario Mattoli)
Quattro passi fra le nuvole (A. Blasetti)
Il nemico (Guglielmo Giannini)
L'usuraio (Harry Hasso)
L'uomo dalla croce (Roberto Rossellini)
Dente per dente (Marco Elter)
Signorinette (Luigi Zampa)
Gelosia (Ferdinando Maria Poggioli)
Zazā (Renato Castellani)
Grattacieli (Guglielmo Giannini)
I trecento della Settima (Mario Baffico)
Canal grande (Andrea Di Robilant)
Due cuori (Carlo Borghesio)
Febbre (Primo Zeglio)
La vita č bella (Carlo Ludovico Bragaglia)
Campo de' fiori (Mario Bonnard)
La fornarina (Enrico Guazzoni)
I nostri sogni (Vittorio Cottafavi)
L'ultima carrozzella (Mario Mattoli)
Silenzio si gira (Carlo Campogalliani)

Accadde a Damasco (Primo Zeglio)

La vispa teresa (Mario Mattoli)
Il fiore sotto gli occhi (Guido Brignone)
Resurrezione (Flavio Calzavara)
Macario contro Zagomar (Giorgio Ferroni)
I dieci comandamenti (G. Valter Chili)
La porta del cielo (Vittorio De Sica)
L'abito nero da sposa (Luigi Zampa)
La sua strada (Mario Costa)
Roma cittā aperta (Roberto Rossellini)
Giorni di gloria (M. Serandrei, G. De Santis, M. Pagliero, L. Visconti)
Un americano in vacanza (Luigi Zampa)
Uomini e cieli (Francesco De Robertis)
Un piccolo circo/Uomini senza domani (Gianni Vernuccio)