La Trama: fra il commendator Cesari, proprietario di una casa di edizioni musicali, e sua figlia Giulia esiste un dissidio insanabile: il commendatore sostiene la superioritÓ della canzone melodica all'italiana, mentre Giulia apprezza soltanto la musica moderna e gli urlatori che la rappresentano. Cesari si fa promotore della costituzione di club intitolati a Claudio Appio, il principale cantante di canzoni melodiche; per ripicca Giulia frequenta un locale notturno, 'La fogna', ritrovo dei sostenitori del nuovo genere musicale. Il dissidio tra padre e figlia si acuisce al punto da dar origine a manifestazioni violente. Gli urlatori, capeggiati da Giulia, riescono a provocare uno scandalo durante una riunione in onore di Claudio Appio e il commendatore Cesari finisce in prigione. Ne approfitta la figlia per impadronirsi della direzione della ditta e lanciare produzioni del nuovo genere. Quando viene rilasciato, il commendatore vorrebbe ritornare all'antico, ma accortosi che gli affari sono assai pi¨ fiorenti che in passato, diventa anche lui un fautore della nuova moda musicale.

 

La commedia Ŕ un pretesto per esibire alcuni dei cantanti emergenti di quegli anni, 'gli urlatori', e le loro nuove canzoni: Tony Dallara, Betty Curtis, Fred Buscaglione, Adriano Celentano, Gianni Meccia.

E' il primo film, del genere musicale, in cui il conflitto generazionale figli-genitori entra, quale elemento preponderante, nella trama del film; anche se ancora in maniera molto ingenua.