Un omaggio a Nino Manfredi

Guardia, guardia scelta, brigadiere e maresciallo (1956)

Regia: Mauro Bolognini

 

La Trama: la storia di quattro uomini, appartenenti alla polizia municipale. Alberto il vigile zelante, scrupoloso, pignolo, che nel redigere contravvenzioni raggiunge le percentuali pi alte di tutti. Peppino, guardia scelta, addetto all'ufficio contravvenzioni; ma le sue preoccupazioni sono di natura diversa, giacch ha composto un nuovo inno per i vigili e sogna di vederlo adottato in luogo dell'attuale. Il brigadiere Pietro un tipo bonario, un pacioccone: ha una figliola ed un ragazzino. Il maresciallo un uomo comprensivo ed umano: dirigere i vigili urbani sarebbe per lui un compito abbastanza semplice, se non ci fossero, a complicarlo, le manie di due suoi dipendenti. Alberto vorrebbe diventare interprete e studia il francese; Peppino non fa che pensare al suo inno e nella speranza di spuntarla ricorre alla protezione di un Monsignore, suo lontano parente. Ma Alberto viene bocciato all'esame di francese e il sogno di Peppino resta tale. La figlia di Pietro sposa un giovane pugile e Peppino e Alberto si fanno in quattro per aiutare Pietro nei preparativi. Alla fine Alberto verr trasferito a Milano: il maresciallo ha voluto punirlo per le troppe contravvenzioni elevate.

Nino Manfredi Paolo, un vigile.

 

 

Locandina 33x70

 

 

Manifesto spagnolo 70x100

 

 

 

Foto 50x70